C’era una volta …

Sembrano davvero lontano i tempi in cui si poteva lavorare soltanto “in presenza”. Serviva stare proprio lì, “sul posto di lavoro”: alla postazione, alla scrivania, alla macchina. Era solo in quello spazio-tempo che si poteva svolgere la propria “mansione”, il proprio “impiego”, la propria “professione”.

Ce ne siamo accorti tutti: il mondo del lavoro è davvero cambiato. E lo si vede anche nelle piccole cose: il collega che legge la mail di lavoro alla macchinetta del caffè, il commerciale che a semaforo rosso invia la mail alla collega del back end per avviare l’ordine.

E adesso?!

La tecnologia ha abbassato le barriere tra tempo di lavoro e vita privata: ha liquefatto abitudini, creato iperconnessioni, accesso nuovi modi di lavorare. E noi ci siamo dentro in pieno, in questa era digitale, e siamo sempre più protagonisti di questo nuovo modello di organizzazione: lo Smart Working.

In Offerta

È proprio per questo che nell’offerta di TIM lo Smart Working ha un posto di primo piano: una proposta tecnologica e organizzativa davvero contemporanea.

Due classici del cinema

Consulta tutti gli articoli ed i casi di successo sullo  Smart Working, ma prima di entrare nel vivo del tema, godiamoci due video che ci ricordano come era il mondo del lavoro di “una volta” e, facendoci sorridere, come davvero non è più, per fortuna!

Come dimenticare l’esilarante fuga dalla “sede centrale di una megaditta italiana” di Paolo Villaggio?!

E la magistrale interpretazione di Charlie Chaplin in “Tempi Moderni”??!